IL LIBRO
REMISSIONE-DEL-DEBITO-LOGO
home
francesco d'assisi
henry thoreau
lev tolstoj
mohandas gandhi
simone weil
lorenzo milani
abb pierre
LOCANDINA DEL MUSICAL
LA COOPERATIVA SOCIALE ARTIMESTIERI
le prove del musical si sono svolte presso la sala "incontri"
della cooperativa sociale
artimestieri

home
della ricchezza
del prestito
e degli interessi

delle tasse
della politica e del buon governo
della casa
del debito pubblico
  del debito pubblico

di Enzo Princivalle

Per spiegare il debito pubblico italiano vi racconto una storiella:

un tipo quasi tuttI i giorni entra in un bar molto affollato, si guarda un po' intorno, si avvicina al banco e ordina parecchie consumazioni, come quelli che pagano per tutti, ma chiede solo a pochi che cosa vogliono e non ordina per tutti: per un bel gruppo ma non per tutti.

Ma gli avventori sono abiutati a vedere che qualcuno riceve anche da mangiare, qualcuno solo qualcosa da bere e qualcuno un bel niente.

Alla fine, al momento di pagare, non ha mai i soldi, ma li chiede ad un gruppetto di persone che sembrano pronti e contenti di prestare i loro soldi a questo tipo.

DEBITO-PUBBLICO-TUO

Ogni tanto per succede che il tipo si avvicini anche a quelli a cui non ha offerto niente e che faccia loro un discorso di questo tipo -Anche voi dovete pagare per le consumazioni, "mediamente" avete mangiato e bevuto anche voi! E a nulla vale che la mamma con il neonato in braccio dica che loro non hanno bevuto niente, tantomeno il bambino che beve ancora solo il suo latte-

Il tipo strano che ordina per tutti senza avere i soldi lo STATO, gli avventori a cui non viene chiesto nulla siamo TUTTI NOI: qualcuno riceve molto, qualcuno qualcosa e qualcuno niente.

I tipi che prestano contenti i loro soldi al tipo strano sono gli acquirenti dei TITOLI DI STATO, sanno che dietro di lui ci sono i cittadini, che in un modo o nell'altro, dovranno restituire tutti quei soldi (con gli interessi), anche quei cittadini che non hanno ricevuto NIENTE.


<<<>>>

DEBITO PUBBLICO (testo e musica di E. Princivalle)

Son bambino venuto da poco
son contento mi basta un gioco,
ma mia madre fatica gi
e mio padre un lavoro non ce l'ha

sono giovane pronto alla vita,
ma la prova non mai finita,
per casa e lavoro mi muovo a qualunque costo
fatemi sapere voi quando c' posto.

Sono una donna di questo paese
che per le donne non ha molte pretese,

se a casa lavoro non ho mai un orario
e se fuori ho un lavoro quasi sempre precario

Ma il debito, il debito c'                                                    
e mi dicon speso anche per me,                                        
ma io non ho avuto granch                                               
da uno stato che quasi mai c'.                                          

Sono artigiano e lavoro forte
ogni giorno ed il sabato alle volte,
penso sempre alle tasse da pagare
ma con lo stato c' poco da scherzare

Sono anziano con la pensione
di cinquecento euro al mese
ho lavorato tutta la vita
ma l'assistenza ora non c'.

Ma il debito, il debito c'
e mi dicon speso anche per me,
ma io non ho avuto granch
da uno stato che quasi mai c'.

<<<>>>

A-CHI-VA-IL-DEBITO-PUBBLICO


testi, immagini e musica contenuti nel sito, non sono coperti da copyrigt

gli interessati sono invitati a divulgarne i contenuti. (per informazioni tel 0171 388861)
scrivi a:
Eugenia Ruggieri
Enzo Princivalle
Valeria Arpino
Antonio Delogu
GLI INTERPRETI DEL MUSICAL


google-site-verification: google28fb8467ba41425b.html